Già aumentate le visite al barranco de Masca

Già aumentate le visite al barranco de Masca

Il molo del burrone di Masca, nel comune di Buenavista del Norte , è da mesi operativo dopo il completamento dei lavori di condizionamento eseguiti dal Cabildo de Tenerife e che completeranno la possibilità di uscire via mare dopo aver completato il percorso per visitare il burrone abilitato due anni fa.

Questa è una richiesta di molti anni fa, non solo del Comune del nord, ma anche di Santiago del Teide, poiché le persone che percorrevano questo percorso, uno dei più visitati dell'isola, dovevano tornare al punto di partenza una volta completato.

La nuova infrastruttura è costituita da una banchina in cemento di 46 blocchi e da una passerella e sostituisce il vecchio molo che esisteva nell'area e una piattaforma di imbarco che può essere utilizzata anche come eliporto. 

L'investimento in questa nuova infrastruttura ha superato 1,6 milioni di euro e consentirà di "raccogliere gli escursionisti che percorrono il sentiero del burrone e uscire via mare a Los Gigantes, o in futuro a Teno, quando il molo sarà costruito per quella zona", ha indicato ieri l'assessore insulare per la gestione e la sicurezza dell'ambiente naturale, Isabel García, durante la visita fatta a questa nuova risorsa, insieme al sindaco, Antonio González Fortes.

 L'azione della Corporazione di Tenerife nel burrone di Masca è iniziata con l'avvio di un nuovo centro visitatori nel Caserío e la riabilitazione del sentiero, nonché l'istituzione di un nuovo sistema di prenotazione, ha sottolineato il consigliere.

In questo senso, ha aggiunto, "questo è riuscito a ridurre il tasso di incidenti in uno dei punti neri dell'ambiente naturale dell'isola, dove avvenivano cadute e soccorsi che mettevano in gioco l'incolumità delle persone".

"Con questo pontile, che sarà gestito dall'Amministrazione Comunale, abbiamo chiuso il cerchio aperto nel marzo 2021 quando è stato riaperto il sentiero dell'Orrido e attraverso il quale sono già passate circa 20.000 persone", ha detto l'assessore, che ha anche precisato che "più al Centro Visitatori sono entrati più di 100.000, e prevediamo che ora, che ci saranno partenze via mare, quel numero aumenterà”.

UNA STRAORDINARIA OPPORTUNITÀ

Da parte sua, il sindaco ha indicato che per il comune l'accoglienza di questo molo "è una straordinaria opportunità per garantire che il flusso di visitatori che scenderà dal burrone possa essere diretto verso Punta de Teno".

Allo stesso modo, ha aggiunto che, in questo modo, l'offerta per visitare il Parco Rurale sarà diversificata "collegando Masca con il resto del parco e aiutando lo sviluppo di città come El Palmar o Las Portelas, e che la realtà turistica che è generato a Masca è legato alla città di Buenavista del Norte e ai suoi dintorni e non solo al sud di Tenerife”.

Isabel García ha ricordato che "per accedere al percorso è necessario richiedere l'autorizzazione attraverso il web e con questo verrà gestito il numero di persone che attraversano il burrone e quindi sarà possibile controllarne la sicurezza e la sostenibilità con criteri di capacità di carico. "

Infine, l'assessore isolano ha rivolto un appello a chi viene a Masca a farlo con i mezzi pubblici, perché in paese mancano i parcheggi.

 

 

"Con questo pontile, che sarà gestito dall'Amministrazione Comunale, abbiamo chiuso il cerchio aperto nel marzo 2021 quando è stato riaperto il sentiero dell'Orrido e attraverso il quale sono già passate circa 20.000 persone", ha detto l'assessore, che ha anche precisato che "più al Centro Visitatori sono entrati più di 100.000, e prevediamo che ora, che ci saranno partenze via mare, quel numero aumenterà”.

Torna al blog
1 su 3