Il Paradiso della biodiversità, delle Canarie è ormai in pericolo

Il Paradiso della biodiversità, delle Canarie è ormai in pericolo

Il territorio delle Isole Canarie costituisce una delle aree geografiche più ricche di biodiversità dell'Unione europea e una delle più straordinarie al mondo. Alle Canarie ci sono più di 17.000 specie selvatiche terrestri e circa 9.000 specie marine. La nostra singolarità geografica e l'isolamento continentale hanno portato alla generazione di oltre 4.200 specie endemiche e alcune anche da scoprire, solo nel 2021 sono state registrate 90 nuove specie (71 terrestri e 19 marine). Le Isole Canarie ospitano più della metà dell'endemismo vegetale in Spagna, quattro dei 15 parchi nazionali e il 20% degli habitat naturali della rete europea Natura 2000 .

Gli ecosistemi insulari sono straordinariamente fragili e particolarmente vulnerabili ai disturbi causati dalle attività umane e dai cambiamenti climatici. La crescita della popolazione è salita alle stelle, superando i 2,2 milioni di residenti e più di 15 milioni di visitatori, il che ha favorito il benessere economico, ma è anche il principale responsabile dell'occupazione del territorio dovuta alla costruzione di infrastrutture e allo sviluppo urbano, associato alla domanda per le risorse naturali.

Tutta questa realtà ha portato come conseguenza la perdita accelerata e sistematica di biodiversità, la scomparsa di flora, fauna e habitat naturali, la proliferazione di specie esotiche invasive, l'alterazione degli spazi naturali protetti, la diminuzione delle risorse naturali, la perdita di suolo qualità, aumento dell'inquinamento, produzione di rifiuti oltre la sua capacità, scarico di acque reflue in mare senza depurazione o trattamento adeguato.

Il catalogo delle Canarie indica che ci sono 993 specie protette (901 terrestri e 92 marine), di cui 129 sono in pericolo di estinzione, 91 necessitano di protezione speciale, 88 sono vulnerabili e 136 sono di interesse per gli ecosistemi delle Canarie.

È aumentata la preoccupazione dei cittadini per i problemi legati alla conservazione del patrimonio naturale e della biodiversità, al degrado del suolo e all'inquinamento. Mentre le amministrazioni con poteri nella conservazione della natura mancano di risorse personali e materiali sufficienti, nonché di un'organizzazione adeguata per occuparsene.

È in attesa di approvazione la Legge sulla biodiversità e le risorse naturali delle Isole Canarie, un regolamento che fornirà un quadro per la protezione e la conservazione delle risorse naturali con la sfida di preservare, recuperare e promuovere la biodiversità e cercare di raggiungere un equilibrio tra economia dello sviluppo e conservazione.

Deve disciplinare la divulgazione per ottenere un'adeguata conservazione, protezione e gestione dell'ambiente naturale, la prevenzione e l'approccio dei diversi fattori e impatti che ne causano la perdita o il deterioramento e l'uso delle risorse naturali, della diversità biologica, degli spazi naturali, la cura di flora e fauna selvatiche; la lotta alle specie invasive; protezione del suolo; e l'interazione di usi e attività.

Torna al blog
1 su 3