Tenerife esposta ad una eruzione vulcanica entro 2 o 3 anni

Tenerife esposta ad una eruzione vulcanica entro 2 o 3 anni

Non si può dire che ci sarà un'eruzione imminente a Tenerife, ma che avverrà in un periodo geologicamente breve, forse entro 2 o 3 anni, e che sarà sicuramente come quella della Palma, anche se con un maggiore impatto sulla popolazione per il fatto di essere un'isola più abitata. La tasca magmatica che è stata individuata sotto il Teide aiuterà a determinare la probabilità di accadimento e il rischio per la popolazione.

Jesús Ibáñez Godoy , ricercatore dell'Istituto Andaluso di Geofisica dell'Università di Granada, è uno degli autori di un'indagine internazionale che ha localizzato un " cuore caldo" di magma nell'interno dell'isola di Tenerife, situata a meno di 10 chilometri di profondità dalla bocca del vulcano Teide, che potrebbe essere un segno precursore di un processo eruttivo.

Parlando con T21/Prensa Ibérica, Ibáñez Godoy ha chiarito che il gruppo di ricerca non sta dicendo che ci sarà un'imminente eruzione a Tenerife, ma che, allo stesso modo in cui ci sono state eruzioni in passato, ci saranno sicuramente nuove eruzioni sull'isola più grande e popolata dell'intero arcipelago delle Canarie in un futuro geologicamente breve, e che porta a pensare che potrebbe aver luogo entro due o tre anni.

In un articolo pubblicato sul Journal of Geophysical Research-Solid Earth , gli autori di questa ricerca riconoscono che l'attività vulcanica su Tenerife ha il potenziale per minacciare seriamente la popolazione e le infrastrutture dell'isola.

Ibáñez Godoy dice anche che le eruzioni storiche che si sono verificate a Tenerife sono state quasi tutte simili a quelle della Palma, motivo per cui ritiene che, in caso di una nuova eruzione, le conseguenze geologiche sarebbero simili, anche se l'impatto sulla la popolazione sarebbe maggiore perché Tenerife ha molti più abitanti.

Spiega anche che il volume di magma identificato in questa indagine è molto grande , ma questo non significa che tutto uscirà in eruzione, ma piuttosto conferma che la natura vulcanica delle Isole Canarie è dinamica.

Ibáñez Godoy indica anche che le isole dell'arcipelago che hanno registrato vulcanismo recente, come Lanzarote, Tenerife, El Hierro e La Palma, sono suscettibili di subire nuove eruzioni, almeno piccole come quella più recente alla Palma, o forse anche molto più grandi.

Modelo esquemático del interior de la Isla de Tenerife en la zona de Las Cañadas.

La ricerca a cui ha partecipato Ibáñez Godoy, alla quale hanno lavorato scienziati dell'Istituto Trofimuk di Geologia e Geofisica del Petrolio di Novosibirsk in Russia, dell'Istituto Vulcanologico delle Isole Canarie (INVOLCAN) e dell'Università di Granada (UGR), ha studiato la propagazione della velocità delle onde sismiche in tutta l'isola di Tenerife e ha sviluppato un nuovo modello di tomografia sismica per conoscere in profondità la sua struttura geologica interna.

Attraverso questa analisi, hanno osservato regioni in cui la propagazione dell'onda sismica è bassa, chiara indicazione che il materiale è parzialmente fuso e può sollevarsi ed emergere sotto forma di eruzione.

Ciò non significa che da queste informazioni si possa dedurre quando avverrà quell'eruzione. Ciò che è veramente importante è che con queste informazioni è possibile monitorare l'evoluzione geologica rilevata e stimare quando e dove potrebbe verificarsi una nuova eruzione, nonché calcolare i livelli di rischio per la popolazione, qualora si verificasse.

Alla Palma, questo stesso gruppo di ricerca è stato in grado di determinare l'eruzione avvenuta nel 2021 con due anni di anticipo.

Per quanto riguarda l'isola di Tenerife, Ibáñez Godoy assicura che non è possibile prevedere quando o dove avverrà la prossima eruzione, perché i tempi geologici sono molto diversi dai tempi umani.

Ciò che gli scienziati possono fare è dedurre in quanto tempo geologicamente breve può verificarsi una nuova eruzione a Tenerife, che è ciò che questa nuova ricerca sta dicendo, anche se senza essere in grado di stabilire le dimensioni e il luogo in cui avverrà.

Torna al blog
  • Altra Bandiera Blu a Tenerife: ritorna a Bajamar

    Altra Bandiera Blu a Tenerife: ritorna a Bajamar

    Da venerdì tre enclavi del litorale lagunare hanno esposto la Bandiera Blu, un riconoscimento della Federazione di Educazione Ambientale che certifica ogni anno a livello nazionale la qualità ambientale di...

    Altra Bandiera Blu a Tenerife: ritorna a Bajamar

    Da venerdì tre enclavi del litorale lagunare hanno esposto la Bandiera Blu, un riconoscimento della Federazione di Educazione Ambientale che certifica ogni anno a livello nazionale la qualità ambientale di...

  • Il bug di Microsoft ieri: in ginocchio gli aeroporti di tutto il mondo

    Il bug di Microsoft ieri: in ginocchio gli aero...

    Ieri sono stati cancellati circa 4mila voli in tutto il mondo a causa del guasto dei computer dei server Windows (Microsoft), mentre un numero molto maggiore di voli ha subito...

    Il bug di Microsoft ieri: in ginocchio gli aero...

    Ieri sono stati cancellati circa 4mila voli in tutto il mondo a causa del guasto dei computer dei server Windows (Microsoft), mentre un numero molto maggiore di voli ha subito...

  • Anche oggi temperature con punte di 34° a Tenerife

    Anche oggi temperature con punte di 34° a Tenerife

    Allarme alle Canarie per temperature massime di 36ºC nelle zone centrali e nelle montagne del sud di Gran Canaria questo sabato , e 34ºC all'interno delle isole più orientali e nelle zone centrali e...

    Anche oggi temperature con punte di 34° a Tenerife

    Allarme alle Canarie per temperature massime di 36ºC nelle zone centrali e nelle montagne del sud di Gran Canaria questo sabato , e 34ºC all'interno delle isole più orientali e nelle zone centrali e...

1 su 3