All'orizzonte nuove sfide per la Cueva del Viento

All'orizzonte nuove sfide per la Cueva del Viento

È molto importante conoscere gli spazi naturali delle Isole Canarie per preservarli. Ci ha dato una visione di come sono le cavità di Tenerife e delle specie che ospitano”. Dice Elena, uno dei visitatori che ieri ha potuto godersi la Cueva del Viento, a Icod de los Vinos. È il tubo vulcanico più grande d'Europa e, con i suoi oltre 18 chilometri censiti, anche il sesto al mondo per lunghezza, dietro solo alle formazioni situate alle Hawaii.

Oggi, dopo l'interruzione dell'attività causata dalla pandemia, lo spazio sta affrontando nuove sfide: il Cabildo de Tenerife, che è responsabile della sua gestione, cerca di ampliare il centro visitatori, nonché l'attuazione di altri miglioramenti che consentano alle persone di godere in modo più confortevole questo luogo unico, per tali motivi l'Amministrazione Comunale del Comune di Drago chiede di aprire nuove aree ai visitatori.

L'assessore insulare dell'Area Istruzione, Gioventù, Musei e Sport del Cabildo de Tenerife, Concepción Rivero (Cs), conferma che l'amministrazione dell'isola sta lavorando per ampliare il centro visitatori, per il quale ha già proposto al Comune di Icod di voler acquistare l'intero edificio che ospita le attuali strutture, nel quartiere di Los Piquetes. «Sono due anni che stiamo cercando di acquisire l'immobile dove ora si trova il centro visitatori. Abbiamo lanciato questa proposta al Concistoro perché si ha necessità di più spazio.  Adesso siamo in un locale al piano terra e vogliamo sfruttare tutto lo spazio del centro culturale all'ultimo piano, che è sottoutilizzato. Naturalmente, abbiamo proposto una posizione alternativa per questo spazio di quartiere”, spiega Rivero.

Questa operazione ha incontrato tre ostacoli. Due pratiche burocratiche quasi risolte e una terza in attesa di trattativa tra le due istituzioni. «Il problema è che l'immobile non risultava nell'inventario comunale, questione già risolta, e non è stato nemmeno regolarizzato in Catasto. Una gestione che sappiamo essere in corso. Lo svantaggio principale è che il Cabildo ha fatto una valutazione che è lontana da quella fatta dal Comune. Abbiamo i soldi riservati per acquisirlo nel bilancio dell'isola, ma bisogna trovare un accordo per quanto riguarda la stima “, avverte.

In particolare, Rivero sottolinea che in questa perizia "deve essere tenuto conto dell'età dell'immobile e del suo stato di conservazione" e "degli investimenti che il Cabildo ha fatto negli ultimi anni per migliorarlo". Nonostante le discrepanze, l'assessore isolano ha sottolineato che "abbiamo tutta la volontà del mondo di raggiungere un accordo, ma sono i tecnici che fanno un prezzo giusto".

24.368

Totale visitatori

La Cueva del Viento ha chiuso il 2022 con 24.368 visitatori nonostante le limitazioni dovute alla pandemia di inizio anno. È l'equivalente di un comune come Tacoronte.

 

4.092

Escursionisti delle Canarie

Questo tubo vulcanico nel sottosuolo di Icod è visitato principalmente dai turisti. Tanto che delle 24.368 persone che l'hanno visitata lo scorso anno, solo 4.092 erano canari.

 

404

Studenti sui percorsi scolastici

Questa cavità ha avuto anche studenti tra i suoi visitatori. In particolare, 404 ha visitato il suo interno per saperne di più sulla sua storia e biodiversità.

 

1.773

Percorsi totali

Il numero totale di percorsi attraverso la grotta durante lo scorso anno ammonta a 1.773, di cui 940 in spagnolo; 476, in inglese; 255, in tedesco, e 102 in francese.

 

91,6%

Occupazione dei visitatori

Altro dato rilevante è l'occupazione delle visite: 91,6%. Positivi anche i sondaggi di soddisfazione: 9,5 gli spagnoli; 9.6, gli inglesi, e 9.9, i tedeschi.

Sia l'ampliamento del centro visitatori che l'incorporazione di nuovi percorsi sono vecchie esigenze con le quali si intende arricchire l'esperienza in un'enclave che si è formata 27.000 anni fa con le lave della prima eruzione del vulcano Pico Viejo e che non ospita nulla meno di 92 specie conosciute, la maggior parte delle quali invertebrati, di cui 15 erano nuove scoperte per la scienza ai loro tempi. Questi e altri attributi spiegano perché è una delle principali attrazioni naturali delle Isole Canarie e perché è stata visitata nel 2022 da 24.368 persone, di cui solo 4.092 residenti nelle Isole.

Torna al blog
  • Sequestrati a Tenerife 2016 chili di angurie importate illegalmente

    Sequestrati a Tenerife 2016 chili di angurie im...

    Il Servizio fitosanitario del Ministero dell'Agricoltura, dell'Allevamento, della Pesca e della Sovranità Alimentare del Governo delle Isole Canarie ha sequestrato nell'arcipelago 1.546 chili di angurie provenienti dalla Costa Rica e,...

    Sequestrati a Tenerife 2016 chili di angurie im...

    Il Servizio fitosanitario del Ministero dell'Agricoltura, dell'Allevamento, della Pesca e della Sovranità Alimentare del Governo delle Isole Canarie ha sequestrato nell'arcipelago 1.546 chili di angurie provenienti dalla Costa Rica e,...

  • Rimarcati i pericoli di una dieta ricca di frutti di mare

    Rimarcati i pericoli di una dieta ricca di frut...

    Un gruppo di scienziati del Dartmouth College, un istituto universitario del New Hampshire (USA), ritiene che le persone che seguono una dieta ricca di frutti di mare possono correre il...

    Rimarcati i pericoli di una dieta ricca di frut...

    Un gruppo di scienziati del Dartmouth College, un istituto universitario del New Hampshire (USA), ritiene che le persone che seguono una dieta ricca di frutti di mare possono correre il...

  • Calima e temperature fino a 30ºC questo martedì alle Canarie

    Calima e temperature fino a 30ºC questo martedì...

    L' Agenzia Meteorologica Statale (AEMET) prevede per questo martedì, 16 aprile, cielo sereno, leggera foschia e fino a 30º C su isole come Fuerteventura, Gran Canaria e La Palma. Sul mare ci saranno da est...

    Calima e temperature fino a 30ºC questo martedì...

    L' Agenzia Meteorologica Statale (AEMET) prevede per questo martedì, 16 aprile, cielo sereno, leggera foschia e fino a 30º C su isole come Fuerteventura, Gran Canaria e La Palma. Sul mare ci saranno da est...

1 su 3