Esplorare Masca a Tenerife ora sarà ancora più semplice

Esplorare Masca a Tenerife ora sarà ancora più semplice

Il Consiglio Insulare di Tenerifee il Comune di Buenavista del Norte hanno raggiunto un accordo per regolamentare l'utilizzo del molo del Barranco di Masca , un'infrastruttura fondamentale per coprire l'intensa attività generata, nella zona, dal turismo ambientale, sportivo e ricreativo . Il ministro delle risorse naturali, della sostenibilità, della sicurezza e delle emergenze, Blanca Pérez, e il sindaco del comune, Eva García ( PSOE), ha tenuto un incontro per analizzare gli usi della risorsa marittima per la prossima estate. Si tratta di un ulteriore passo avanti rispetto alla normativa vigente riguardante l'organizzazione delle visite al sentiero di discesa della frazione attraverso un sistema di prenotazione online, che ha ridotto gli incidenti registrati su questo percorso. 

Blanca Pérez spiega che “questo accordo interamministrativo prevede il miglioramento dei servizi e l'aumento della sicurezza in un'area particolarmente sensibile dal punto di vista ambientale”. Dopo la riabilitazione e il miglioramento del sentiero, entrambe le amministrazioni hanno deciso di lavorare per l'apertura del molo al pubblico questa stessa estate come elemento chiave per regolamentare la visita al burrone di Masca.

Nuovi orari di apertura

La prima misura concordata è l'estensione dell'orario di lavoro delle guardie dell'area naturale, che, dal servizio estivo dalle 8 alle 17, estenderanno ora il loro orario di lavoro fino alle 20, tre ulteriori ore per sfruttare la maggiore luce diurna. L' orario invernale resterà dalle otto del mattino alle cinque del pomeriggio. “Abbiamo deciso di implementare maggiori misure di controllo e sicurezza nella zona del molo per limitare il più possibile il degrado dello spazio dovuto alla pressione esercitata sul territorio dagli utenti che arrivano via mare, principalmente per svago, e da quelli che accedono via mare. terra dopo aver attraversato lo spettacolare burrone dal villaggio", spiega Blanca Pérez.

 

Da parte sua, Eva García sottolinea che “è importante la collaborazione tra il Comune e il Consiglio dell’Isola per gestire spazi e risorse naturali come Masca, il molo e anche Punta de Teno”. Pertanto, ritiene che “questo segna un prima e un dopo nel comune di Buenavista perché risponde a una domanda riguardante la gestione dei nostri spazi. Dopo aver migliorato questo molo, il prossimo passo sarà quello di Punta de Teno”.

Tariffa regolamentata

IL regolamento d'uso consentirà l'imbarco o lo sbarco delle persone, applicando un corrispettivo per il servizio reso. Allo stesso modo sarà consentito l'ancoraggio ecologico di un massimo di quattro imbarcazioni allo sbocco del burrone di Masca, nonché l'arrivo di kayak e canoe. I supporti digitali monitoreranno le attività provenienti da imbarcazioni private, poiché le scogliere di Los Gigantes ospitano uccelli protetti. La gestione del molo rientrerà nell'incarico affidato dal Comune alla società pubblica Tragsa.

I lavori di riabilitazione e condizionamento del molo di Masca sono stati completati nel marzo dello scorso anno. La nuova infrastruttura è costituita da una banchina in cemento di 46 blocchi e da una passerella. Sostituisce la vecchia darsena della zona e comprende una piattaforma di imbarco che può essere utilizzata anche come eliporto. L'investimento in questa struttura ha superato 1,6 milioni di euro e consentirà "la possibilità di accogliere gli escursionisti che percorrono il sentiero del burrone e escono via mare a Los Gigantes o, in futuro, a Teno".

Torna al blog
1 su 3