Il più grande parco naturale delle Canarie sta bruciando

Il più grande parco naturale delle Canarie sta bruciando

L'incendio dichiarato martedì notte negli Altos de Arafo e che si è già esteso al versante settentrionale dell'isola sta distruggendo alcune delle foreste più importanti e meglio conservate dell'Arcipelago. Sono le pinete della Corona Forestal de Tenerife, la più grande area protetta delle Isole Canarie.

La Forest Crown è una cintura verde di protezione naturale del Parco Nazionale del Teide che si estende su 46.613 ettari. Queste montagne, in cui predominano foreste di pini e vegetazione montana, coprono 17 dei 31 comuni di Tenerife: La Orotava, Adeje, Los Realejos, Vilaflor, El Tanque, Santiago del Teide, Candelaria, Icod de los Vinos, La Guancha, San Juan de Rambla, Güímar, Arico, Arafo, Guía de Isora, Granadilla, Fasnia e Garachico.

Alcuni dei più importanti divulgatori dell'isola descrivono già l'incendio della Corona Forestal come "una grande catastrofe naturale". È il caso, ad esempio, di Jaime Coello, Master in Politica e gestione ambientale, naturalista, divulgatore ambientale e scienziato e direttore della Fundación Canaria Telesforo Bravo-Juan Coello. "Le fiamme stanno distruggendo luoghi di grande interesse biologico, alcune delle foreste meglio conservate delle isole", dice.

Coello elenca i motivi principali per cui considera il Corona Forestal uno spazio "decisivo per la natura di Tenerife". «Forma un anello protettivo del Parco Nazionale del Teide, ha una moltitudine di ecosistemi collegati tra loro di grande ricchezza biologica, è vitale per la raccolta dell'acqua ed è l'habitat di una moltitudine di specie, alcune endemiche di Tenerife o delle Canarie Isole come il pino stesso, il canarino, il fringuello azzurro o il picchio.

Jaime Coello ricorda che ci sono molte altre specie di grande valore nella Forest Crown, come gli invertebrati, le specie del cosiddetto microbiota (comunità di microrganismi) o pipistrelli e lucertole, gravemente minacciate dal grande incendio boschivo che colpisce l'isola .

Juanjo Ramos, specialista in comunicazione ambientale e conservazione della biodiversità, nonché fotografo naturalista ed esperto di uccelli, va oltre e sottolinea che "alcune delle foreste più importanti delle Isole Canarie" vengono bruciate. "Probabilmente le attuali generazioni sono quelle che hanno ricevuto le migliori pinete della storia grazie alle politiche di conservazione e ripopolamento che hanno dato così buoni risultati", sottolinea.

Ramos è particolarmente preoccupato per le specie di uccelli, che "trovano nella Corona Forestal uno spazio ampio e ideale per lo sviluppo". Cita in particolare il fringuello azzurro, un uccello che esiste solo a Tenerife, oltre a picchi, pettirossi, cince e capinere. "Devono soffrire molto perché queste specie hanno il loro habitat ideale in alcune delle foreste che stanno bruciando". "L'incendio sta interessando alcuni dei gioielli ornitologici delle isole", sottolinea il naturalista, che segue dal Marocco , dove sta sviluppando un progetto, l'evoluzione delle fiamme con "enorme preoccupazione".

Jaime Coello ricorda un altro dato importante su questa fauna della Corona Forestal: «I fringuelli e il picchio rosso maggiore sono ora proprio nel periodo riproduttivo. Le fiamme devono causare loro danni enormi, non sappiamo ancora se irreparabili".

una specie emblematica

Il fringuello azzurro, emblema della fauna di Tenerife, vive esclusivamente nelle pinete di Tenerife. In genere vivono a un'altitudine compresa tra i 1.000 e i 2.000 metri, anche se a volte possono essere avvistati a quote inferiori. All'interno della pineta, scelgono l'area con il maggior numero di pini maturi.

Anche angoli con paesaggi incredibili delle montagne dell'isola sono stati devastati dalle fiamme, è il caso del belvedere di Chipeque, uno dei più visitati di Tenerife e con una vista panoramica privilegiata sul Parco Nazionale del Teide e sul versante settentrionale dell'isola Diversi video con le fiamme che divorano la vegetazione di questo punto iconico hanno suscitato una triste reazione sui social network.

Torna al blog
  • Costa del Silencio proposte soluzioni al degrado del Paseo Marítimo

    Costa del Silencio proposte soluzioni al degrad...

    I residenti di Costa del Silenzio nel comune di Arona denunciano lo stato attuale preoccupante del Paseo Marítimo de Costa del Silencio . Il lungomare, uno dei gioielli turistici della zona, comincia a mostrare...

    Costa del Silencio proposte soluzioni al degrad...

    I residenti di Costa del Silenzio nel comune di Arona denunciano lo stato attuale preoccupante del Paseo Marítimo de Costa del Silencio . Il lungomare, uno dei gioielli turistici della zona, comincia a mostrare...

  • Grazie a Sánchez si decuplicano gli "Okupas" stranieri

    Grazie a Sánchez si decuplicano gli "Okupas" st...

    I reati di usurpazione e violazione di proprietà commessi da stranieri hanno avuto un aumento allarmante dal 2018 , raggiungendo cifre che hanno già superato i 4.000 casi nel 2023. Si nota...

    Grazie a Sánchez si decuplicano gli "Okupas" st...

    I reati di usurpazione e violazione di proprietà commessi da stranieri hanno avuto un aumento allarmante dal 2018 , raggiungendo cifre che hanno già superato i 4.000 casi nel 2023. Si nota...

  • Feste patronali di Granadilla de Abona iniziano questo venerdì

    Feste patronali di Granadilla de Abona iniziano...

    Granadilla de Abona si prepara ad iniziare le Feste Patrone del 2024 in onore di Sant'Antonio di Padova e di Nuestra Señora del Rosario . La programmazione degli eventi, guidata dall'Assessorato alla Cultura e Festival diretto da Francisco...

    Feste patronali di Granadilla de Abona iniziano...

    Granadilla de Abona si prepara ad iniziare le Feste Patrone del 2024 in onore di Sant'Antonio di Padova e di Nuestra Señora del Rosario . La programmazione degli eventi, guidata dall'Assessorato alla Cultura e Festival diretto da Francisco...

1 su 3