Santa Cruz multerà chi fumerà in spiaggia e chi sputerà per strada

Santa Cruz multerà chi fumerà in spiaggia e chi sputerà per strada

La nuova ordinanza sulla pulizia e sui rifiuti di Santa Cruz sarà obbligatoria a partire da questo mercoledì 18 gennaio, come confermato dal Consiglio comunale. Da questo giorno la norma, pubblicata sul BOP il 26 dicembre, entrerà in vigore, e sarà vietato fumare in tutte le zone balneari del comune, sputare per strada, gettare a terra pipe, scuotere vestiti o simili da i finestrini, e l'affissione di volantini nei veicoli, comportamenti che saranno sanzionati con multe che possono arrivare a 750 euro. Sono alcuni dei nuovi reati previsti da questa ordinanza , che sostituisce quella approvata nel 2001.

Gli agenti della Polizia Locale di Chicharrera e cinque ispettori dei Servizi Pubblici saranno incaricati di monitorare il rispetto delle nuove norme e sanzionare chiunque commetta violazioni, come indicato dal sindaco responsabile dell'area, Carlos Tarife (PP). Inoltre si ricorda che, rispetto alla precedente ordinanza, vengono aumentati gli importi delle sanzioni per infrazioni già esistenti, come urinare e defecare sulla pubblica via, che passano da 90 a 750 euro, comportamento che sarà vietato anche durante il Carnevale.

Un'altra delle multe che aumenterà è quella corrispondente al deposito di rifiuti all'esterno dei cassonetti, azione considerata infrazione grave, il cui importo va da 150 euro a  2.001, potendo arrivare fino a 100.000 euro. Nel caso di gravissime violazioni in materia di gestione dei rifiuti, gli importi delle sanzioni possono arrivare fino a 3,5 milioni di euro, moltiplicando per 60 l'importo massimo previsto dalla precedente ordinanza, che si attestava a 60.000 euro. In caso di lievi violazioni alla pulizia, le multe vanno da 90 a 750 euro.

Con la cosiddetta Ordinanza Comunale per la Gestione dei Rifiuti e la Pulizia degli Spazi Pubblici per un'Economia Circolare, il Consiglio Comunale vuole stabilire “regole chiare che concorrano alla realizzazione di spazi pubblici salubri, piacevoli e attraenti”; e attua un regime sanzionatorio volto a "estirpare comportamenti totalmente incompatibili con la convivenza cittadina e la sostenibilità dell'ambiente urbano e naturale", elevando le sanzioni "fino al massimo consentito dalla legge".

Multe fino a 750 euro.

Tra i reati sanzionabili con 750 euro c'è il lancio in luoghi pubblici di oggetti masticabili di ogni genere e relativi imballaggi, nello specifico gomme da masticare, caramelle, pipe e simili; gettare o depositare qualsiasi tipo di rifiuto, sia solido che liquido, in qualsiasi luogo pubblico; defecare, urinare o sputare per strada; gettare qualsiasi tipo di rifiuto, anche in sacchi o altri contenitori, nonché scuotere tappeti, indumenti o simili; tipo di volantini, opuscoli o simili materiali pubblicitari; affiggere volantini e simili su veicoli in sosta su strade pubbliche, arredo urbano, alberi, recinzioni o muretti; depositare direttamente sulla sabbia o sugli scogli delle spiagge qualsiasi tipo di rifiuto; fumare nei bagni del comune; i titolari di stabilimenti balneari, chioschi, ristoranti e simili in prossimità delle spiagge o ubicati all'interno utilizzare plastica monouso; fornire qualsiasi tipo di alimento ad animali non domestici, in particolare piccioni, ratti e gatti randagi; e realizzare graffiti, macchie, scarabocchi, scritte o grafiche su qualsiasi elemento dello spazio pubblico ratti e gatti randagi; e realizzare graffiti, macchie, scarabocchi, scritte o grafiche su qualsiasi elemento dello spazio pubblico ratti e gatti randagi; e realizzare graffiti, macchie, scarabocchi, scritte o grafiche su qualsiasi elemento dello spazio pubblico

Torna al blog
1 su 3