Le Canarie hanno avuto nel 2022 "un'aria dannosa per la salute"

Le Canarie hanno avuto nel 2022 "un'aria dannosa per la salute"

Le centrali termoelettriche a olio combustibile , il traffico marittimo nei principali porti delle isole, il traffico aeroportuale e quello motorizzato nelle aree metropolitane di Santa Cruz de Tenerife, La Laguna e Las Palmas de Gran Canaria, e l'elevata frequenza di episodi di polveri sahariane intrusioni hanno portato "l'intera popolazione delle Canarie" a respirare nel 2022 "aria più dannosa del solito per la salute ,superando, secondo le raccomandazioni dell'OMS, gli attuali limiti legali proposti dalla Commissione europea. Così spiega un rapporto di Ecologistas en Acción sulla qualità dell'aria nello Stato spagnolo nel 2022.

Secondo questo studio, la concentrazione media di particelle PM10 è aumentata del 59% nelle Isole Canarie nel 2022 rispetto al periodo 2012-2019, "a causa della maggiore frequenza di episodi di intrusione di polvere africana, soprattutto durante il primo trimestre dell'anno Ipotizzando i livelli più alti dell'ultimo decennio e la peggiore situazione dell'anno in tutto lo Stato, con un trend in aumento strettamente correlato al cambiamento climatico globale.

Inoltre, conferma, sebbene " una parte significativa dell'inquinamento provenga dal traffico motorizzato e marittimo e dalle centrali termiche ", appare chiaro che nel 2022 " il fattore determinante dell'aumento dell'inquinamento è stata l'intrusione delle polveri africane , in un anno in cui si sono verificati rispettivamente 1.350 e 400 superamenti delle nuove soglie di allerta stabilite dal Governo spagnolo per le particelle PM10 e PM2,5.

 

Torna al blog
1 su 3