Viene mantenuto il divieto di accendere fuochi nelle aree ricreative

Viene mantenuto il divieto di accendere fuochi nelle aree ricreative

Il Cabildo de Tenerife mantiene il divieto di accendere fuochi nelle aree ricreative e di circolare lungo le piste e i sentieri forestali dei comuni colpiti dall'incendio boschivo.

L'ente isolano mantiene attive nei suddetti comuni le misure di grado 3 , ovvero, oltre alle limitazioni sopra citate, il divieto di soggiornare in montagna e di accendere fuochi all'aperto (falò, fornelli, barbecue, fornelli a gas); spettacoli pirotecnici e l'uso di macchinari e strumenti che provocano scintille.

Inoltre, non sarà possibile circolare con veicoli a motore sulle strade forestali per scopi ricreativi e continuano a essere chiuse le aree campeggio e i campeggi, informa una nota dell'ente.

Per il resto dei Comuni si applicano misure di grado 2 , che contemplano il divieto di accendere fuochi nelle aree ricreative, nelle aree di campeggio e nei campeggi, di bruciare residui agricoli o forestali e di falò.

Allo stesso modo, continua a essere sospesa l’attività venatoria e sono vietati i lavori con macchinari o attrezzi, nonché l’uso di elementi che possono generare scintille negli spazi agricoli o forestali, come decespugliatori e apparecchi per saldare.

Allo stesso modo non sono consentite manifestazioni sportive e pellegrinaggi su piste e sentieri forestali e fuoristrada.

Il ministro dell'Ambiente, Blanca Pérez , sottolinea che " l'incendio non è domato , quindi è necessario che la popolazione continui a rispettare le istruzioni impartite dai vigili del fuoco".

Pertanto, indica, "raccomandiamo alla popolazione di non accedere o rimanere nelle aree forestali dell'isola di Tenerife e di esercitare estreme precauzioni in tutto il territorio dell'isola per qualsiasi attività che possa generare incendi".

Il Cabildo ricorda che le strade di accesso al Parco Nazionale del Teide via La Esperanza (TF-24) e La Orotava (TF-21) rimangono chiuse , così come la TF-523 (Salita a Los Loros).

Gli accessi al Teide da Vilaflor (TF-21) e Chío (TF-38) sono aperti , ma solo fino alla funivia.

Da parte loro, la maggior parte delle linee di Tisa colpite dall'incendio hanno ripreso il servizio. L'unica che resta sospesa è la linea 348 Parco Nazionale Puerto de la Cruz-Orotava-Teide.

Le linee 345 e 346 Puerto de la Cruz-Orotava-Aguamansa raggiungeranno solo il Velo , mentre la linea 342 Costa Adeje-Cristianos-Vilaflor-Parque Nacional del Teide raggiungerà solo la Funivia.

Per quanto riguarda i sentieri del Parco Nazionale del Teide, sono completamente chiusi : Sentiero nº 1 La Fortaleza, Sentiero nº 2 Arenas Negras, Sentiero nº 8 El Filo, Sentiero nº 14 Alto de Guamaso, Sentiero nº 17 Igueque, Sentiero nº 20 Vulcano Fasnia , Sentiero No. 21 Corral del Niño a La Yegua Blanca, Sentiero No. 25 Ricetta Bruciata, Sentiero No. 29 Degollada del Cedro, Sentiero No. 34 Montaña Limón, Sentiero No. 36 Alto de La Fortaleza e Sentiero No. 37 Cerrillar- Carnicería.

Il Sentiero n. 4 Siete Cañadas è parzialmente chiuso dall'inizio dal Centro Visite El Portillo fino al suo contatto con il Sentiero n. 30 Los Valles (Risco de La Papelera), mentre il Sentiero n. 22 Lomo Hurtado è parzialmente chiuso. chiuso dall'inizio in contatto con il sentiero nº1 La Fortaleza fino al suo contatto con il sentiero nº33 Montaña Negra).

Torna al blog
1 su 3